Benvenuto nel nostro Blog

Cosa guardare per scegliere l’amministratore di condominio?

Iniziamo con una domanda delle cento pistole…
Se dovessimo scegliere l’amministratore di condominio cosa dovrei
guardare?
Ci sono particolari cose che dovremmo/potremmo controllare
cosicché un giorno non ci troveremo insoddisfatti o peggio nei guai?
Bene noi consigliamo di scindere la questione in due livelli uno tecnico/giuridico e l’altro pratico.

Dal punto di vista squisitamente giuridico art. 71 bis disposizioni attuazione codice civile dice che l’amministratore di condominio deve soddisfare dei requisiti di cui ne riportiamo solo alcuni punti:

– deve godere dei diritti civili
– non essere stato condannato
– non essere nell’elenco dei protesti
– hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado;
– hanno frequentato un corso di formazione iniziale e svolgono attività di formazione periodica in materia di amministrazione condominiale.

Per chi fosse interessato può trovare l’elenco completo qui:
http://www.gazzettaufficiale.it/…/id/2…/09/24/14G00151/sg%20

I punti sopra sono sacrosanti ma a nostro avviso sono solo il punto di partenza.
In pratica, un cattivo amministratore di condominio può soddisfare i requisiti tecnici di cui sopra… Allora cos’altro fare per scegliere il nostro amministratore?
Dal punto di vista pragmatico noi consigliamo alcune semplice azioni:

– Controllate se ha un assicurazione e il suo massimale (noi crediamo che debba essere almeno 1 milione di Euro.

– Fatevi fornire un elenco di condomini da lui amministrati e da quando ha preso l’incarico, questo è un buon indicatore secondo la logica per cui più anni un condominio si amministra, piu significa che l’amministratore e’ affidabile.

– Provate a fare una telefonata (non una mail) e vedere se vi risponde o richiama in un tempo ragionevole.

– Provare ad avere qualche opinione corrente di uno dei condomini che amministra.

– Dulcis in fundo, cercate di capire se tiene a cuore i propri condomini e se li conosce a fondo… riguardo a questo rimandiamo ad un nostro precedente post il perchè pensiamo sia importante….

grazie dell’attenzione e a presto!!

Potrebbe interessarti anche....

Vendere un’immobile all’interno di un condominio: i compiti dell’Amministratore e non solo

Come amministratori di condominio ci troviamo come sempre a fare da intermediari nelle compravendite come testimoni della vita condominiale. L’amministratore conosce l’edificio condominiale, ha rapporti diretti con il condomino venditore e, soltanto se autorizzato, può dare informazioni all’agente immobiliare e al nuovo acquirente sui servizi che viene fornita ai vari condomini. Per esempio: la modalità […]

Supercondomini

Il termine “supercondominio” si riferisce a una complessità di edifici connessi tra loro, che richiede una regolamentazione specifica per le loro aree, impianti e servizi comuni. Questi servizi comuni possono includere spazi verdi, accessi stradali, impianti di illuminazione e servizi di portineria, ad esempio. Va notato che non è necessario che ci siano più condomini […]

Norme di sicurezza in un condominio.

Uno dei compiti più importanti e gravosi di un amministratore di condominio è sicuramentequello di vigilare sulla sicurezza, in tutti i suoi aspetti, degli impianti comuni delcondominio. Questo è un tema assai delicato in costante evoluzione da parte del legislatore e unamministratore di condominio deve tenersi in continuo aggiornamento riguardo le leggi incorso per le norme […]